Ultime Notizie
Home » COMUNI »  Soveria Mannelli » A Soveria Mannelli (fraz. Colla): una “notte incantata” che potrà farci dimenticare Svimez

A Soveria Mannelli (fraz. Colla): una “notte incantata” che potrà farci dimenticare Svimez

mix Svimez luna pienaPubblichiamo di seguito e con sincero entusiasmo un comunicato stampa su “La notte incantata” (frazione Colla di Soveria Mannelli, 11 agosto, ore 20:30) che si prospetta come uno degli appuntamenti più interessanti dell’estate e che potrà davvero farci dimenticare, almeno per una notte, i dati del “Rapporto Svimez 2015” che relegano il Sud e la Calabria agli ultimi posti dell’economia europea, dimenticando che, oltre all’economia, esistono altri valori che non fanno Pil, ma che aiutano certamente a vivere meglio.

<<  Dati Svimez: dimentichiamoli per incanto, in una notte soltanto.

Martedì 11 agosto a Soveria Mannelli (frazione Colla) si vivrà “La notte incantata” nell’ambito del cartellone estivo “Soveria+”.

Se i dati Svimez non lasciano ombra di dubbi, se la Calabria è destinata a rimanere inchiodata in fondo a tutte le classifiche, se i centri storici dell’interno vivono la piaga crescente dello spopolamento, piuttosto che cedere allo sconforto, proviamo a vivere l’incanto di una notte di mezza estate in cui il centro storico di Colla, piccola frazione di Soveria Mannelli che bene si presta a riassumere la situazione dei paesi interni della Calabria, rivivrà come per incanto e lo farà proiettandosi in una dimensione quasi magica, nella quale lo spazio e il tempo sono annullati.

Notte incanta 11 agosto 2015 Soveria Mannelli“La notte incantata”, così come congegnata dal direttore artistico Antonio Cavallaro, vuole essere una sorta di “festa delle feste” che combina i vari elementi delle tradizioni popolari calabresi, dalla banda che anima le strade del paese, al ballo d’amore dei Giganti Mata e Grifone animati dall’Ass.ne Culturale “Il Brigante”, dai cunti e dai canti della cantastorie Francesca Prestia, che presenterà il suo spettacolo “Fimmini d’u Sud”, interamente dedicato alla storia della Calabria al femminile (dalle donne della Magna Grecia, alle brigantesse, a Lea Garofalo), al bellissimo e spettacolare ballo del “ciuccio”.

Oltre alle performance ci saranno mostre di artigianato, stand gastronomici e di antiquariato e due interessanti mostre di fotografia: una dell’artista Valentina Giovinazzo, nota per le sue foto “argentiche” di nudi in case abbandonate, e l’altra della giovane ma talentuosa fotografa soveritana Simona Scaccia. Sarà inoltre possibile visitare all’interno della Chiesa parrocchiale la superba statua di San Michele Arcangelo proveniente dalla vicina Chiesa di San Tommaso e recentemente restaurata da Palazzo Spinelli.

Le feste, nei paesi di Calabria, sono da sempre momenti di sospensione del tempo ordinario, la proiezione in una dimensione mitica e astorica del vissuto della comunità che in qualche modo celebra così la propria identità.

La “Notte incantata” così non ambisce certo a risolvere i problemi dei paesi interni della Calabria, ma vuole suggerire che non ancora tutto è perduto e che forse è possibile individuare altri percorsi, altre vie… forse è un sogno, un sogno di mezz’estate, ma come diceva Ligabue: “sono sempre i sogni a dare forma al mondo”.  >>

di: Raffaele Cardamone

Avatar
Raffaele Cardamone è nato a Soveria Mannelli, dove vive da sempre, lavorando prevalentemente nella città di Catanzaro. Da giovanissimo ha realizzato per l’emittente radiofonica “Radio Soveria Uno” dei programmi di nicchia, tra i quali si ricordano ancora “Radio on” e soprattutto “Rock in motion”, oltre a una serie di trasmissioni sportive sulla squadra di calcio locale. Nonostante il legame particolare con il suo luogo d’origine, ha avuto l’opportunità di viaggiare molto in Italia e in Europa prima per motivi di studio e poi di lavoro. Ha la qualifica di “Tecnologo della comunicazione formativa”, acquisita al termine di un corso biennale di formazione professionale sulle applicazioni delle tecnologie informatiche e audiovisive (che cominciavano a fondersi in quelle multimediali) in ambito formativo, e quella di “Coordinatore di attività di progettazione formativa”, acquisita sul campo, lavorando per oltre dieci anni nell’équipe di Coordinamento didattico dell’Enaip Calabria (l’Ente di formazione professionale delle ACLI). Il suo lavoro si svolge nel settore della formazione professionale, con frequenti e numerose deviazioni in quello della comunicazione (editoria specializzata, multimedialità e internet). Da qualche tempo, alcune sue opere letterarie sono presenti sulla piattaforma digitale di self publishing "ilmiolibro.it".

Verifica altro

San Pietro Apostolo avrà finalmente il museo di “Storia della civiltà contadina e artigiana” 

 di Gigi De Grazia – Un fantastico progetto portato avanti dall’associazione Madonna del Carmelo. Erano ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *