Ultime Notizie
Home » COMUNI » “Aiutaci a fermare la sclerosi multipla #smuoviti” iniziativa AISM in 5.000 piazze italiane

“Aiutaci a fermare la sclerosi multipla #smuoviti” iniziativa AISM in 5.000 piazze italiane

Per festeggiare i 50 anni di AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) quest’anno due stupendi fiori, gardenie e ortensie, che portano con loro lo slogan della campagna, “Aiutaci a fermare la sclerosi multipla #smuoviti”.

Il 3, 4 e 8 marzo 2018 in 5.000 piazze italiane gardenie e ortensie, per sostenere la ricerca sulla sclerosi multipla, il messaggio è sempre lo stesso ma di anno in anno carico della stessa forza e dello stesso amore: donare per sostenere la ricerca scientifica contro la sclerosi multipla.

In occasione della festa della donna, due fiori per sottolineare lo stretto legame tra le donne e la malattia, perché le donne sono colpite il doppio degli uomini.

Si può decidere di donare anche via sms al 45567 dal 25 febbraio all’11 marzo 2018.

Sarà possibile trovare le gardenie e le ortensie dalle ore 9:00 alle 20:00 a Lamezia Terme, Maida, Catanzaro, Catanzaro Lido, Soverato, Tiriolo, Marcellinara, Conflenti, Settingiano, Amato, Borgia, Carlopoli, Feroleto, Falerna.

Sarà possibile contribuire alla ricerca anche a Gizzeria, Montauro, Motta Santa Lucia, San Floro in Piazza Marconi, Serrastretta, Simeri Crichi, Vallefiorita, Sellia Marina, Albi, Chiaravalle Centrale, Soveria Mannelli, Decollatura.

 

Per info: 0968436720 – aismcatanzaro@aism.it

di: La redazione

La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: redazione@ilreventino.it - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

Recupero Abbazia di Corazzo di Carlopoli, Parentela (M5S) interroga il ministro Bonisoli

Nel rilevare quanto sia “fondamentale salvaguardare la memoria religiosa e civile della Calabria”  il deputato ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *