Ultime Notizie
Home » COMUNI » Carlopoli » All’Abbazia di Corazzo: dal Reventino al Vesuvio, canti e testi della tradizione con le Furracchiole

All’Abbazia di Corazzo: dal Reventino al Vesuvio, canti e testi della tradizione con le Furracchiole

di Roberta Gigliotti (Progetto Gedeone) –

Continua l’estate musicale a Corazzo. Assieme a “Chitarre e oltre”, che vedrà le serate conclusive il 25 e 30 agosto, un nuovo spettacolo gratuito allieterà i visitatori dell’Abbazia Benedettina sabato 26 agosto alle ore 18:00 le “Magie canore dal Reventino al Vesuvio. Canti e testi della tradizione” presentate da “Le Furracchiole”.

L’evento è organizzato dall’Associazione culturaleAnna Maria Fabiano” di Soveria Mannelli e dal “Progetto Gedeone”.

Le Furracchiole”, per la seconda volta sul “palcoscenico” di Corazzo, saranno accompagnate dal mandolino di Giovanni Cimino, dalla chitarra di Rosanna Sirianni e dalla fisarmonica di Pino Ciambrone.

A dirigere il coro il maestro Maria Pia di Salvo, musicista e autrice, vincitrice del prestigioso concorso artistico letterario internazionale “Maria Cumani Quasimodo” 2017.

Obiettivo dell’Associazione “Anna Maria Fabiano”, fondata dalla professoressa Carla Colombo Marasco, è quello di comunicare l’attenzione al territorio calabrese e nazionale, attraverso la pubblicazione del materiale e della documentazione letteraria prodotta, a beneficio degli associati e di tutti gli interessati.

Il gruppo delle “belle ragazze” del Reventino (questa la traduzione dal dialetto calabrese del termine “furracchiole”), nasce nel 2015 da un’idea della prof. Carla Marasco ed è costituito per la maggior parte da signore ultra sessantenni che, con coraggio e passione da far invidia a qualsiasi adolescente, si sono esibite in diverse occasioni, soprattutto durante le ricorrenze religiose, spesso in forma di musical, riscuotendo crescente interesse.

Da sempre sotto l’egregia guida della Di Salvo, che oltre a dirigere compone anche le musiche degli spettacoli, sorprendendo con grandi doti canore. Le Furracchiole intonano la vita e le emozioni d’altri tempi nell’obiettivo di riscoprire e valorizzare la tradizione popolare calabrese.

di: La redazione

La redazione
La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: [email protected] - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

San Pietro Apostolo, il museo permanente nel Palazzo Tomaini custode della memoria storica

San Pietro Apostolo – Quante volte abbiamo sentito dire che sarebbe davvero un peccato far ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *