Ultime Notizie
Home » COMUNI » Carlopoli » Angelina Pettinato, presenta un nuovo romanzo per un progetto narrativo centrato sulla felicità

Angelina Pettinato, presenta un nuovo romanzo per un progetto narrativo centrato sulla felicità

Una passione che affonda le sue radici nell’infanzia. La scrittura è diventata centrale nella vita di Angelina Pettinato, originaria di Carlopoli.

Scrittura che usa come mezzo di conoscenza dell’animo umano. Il suo bagaglio di psicoterapeuta e formatrice nell’ambito della cura e della crescita professionale le permettono di stare su più livelli ed entrare in profondità.

In effetti, la scrittura è un ottimo strumento di ricerca personale e di cambiamento e le parole sono fondamentali per direzionare le proprie azioni ed essere consapevoli.

Stiamo parlando del romanzo “Ad un passo da noi” scritto da Angelina Pettinato. Diverse le parole-guida che entrano in questo romanzo ed escono come strumenti di lavoro, consapevolezza, utilità, conoscenza, focalizzazione, narrazione.

“Ad un passo da noi” è quindi un romanzo-guida, un progetto narrativo che va oltre il racconto e spinge a guardarsi dentro.

Una sfida emozionante che vedrà l’autrice, che tra l’altro è anche ambasciatrice nel mondo di yoga della risata, impegnata su tutto il territorio nazionale con percorsi di crescita attraverso la scrittura.

Partendo dai contenuti del libro, scenderemo in profondità per trovare la propria narrazione interiore e trasformarla in un progetto concreto di felicità. Su questa direzione è il format A PAROLE MIE che si terrà il 21 ottobre 2017 vicino Lamezia Terme.

Il suo mantra è: “se puoi scriverlo, puoi realizzarlo”. Investire sulla propria scrittura significa trovare, ritrovarsi, creare, ricreare, progettare e realizzare. Sulla sua pagina sociale l’autrice spiega in sintesi di cosa tratta il libro. “E’ un racconto-guida per chiunque voglia trovare se stesso. Buona parte del testo l’ho scritto subito dopo aver fatto il Cammino di Santiago. Ho provato con i miei piedi ed il mio cuore cosa significa affrontare una sfida fisica. Mi sono ritrovata immersa in un’esperienza spirituale. E così sono entrata in profondità nell’animo umano. Ne ho descritto la meraviglia. Ho voluto raccontare l’importanza della memoria e come il presente sia l’unico luogo nel quale rimediare, realizzare, proiettarsi nel futuro con speranza”. 

di: La redazione

La redazione
La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: [email protected] - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

Decollatura, Festa della Liberazione e incontro sul tema: “Autonomia differenziata? No, grazie”

<<Ritorna il 25 aprile. Una data da ricordare>>. E’ quanto viene rilevato in una nota, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *