Ultime Notizie
Home » CULTURA&SPETTACOLI » Book-tour calabrese: “Ritorno alle radici. Le piante spontanee per l’alimentazione e la salute”

Book-tour calabrese: “Ritorno alle radici. Le piante spontanee per l’alimentazione e la salute”

Copertina Ritorno alle radiciUn book-tour calabrese per presentare l’intrigante manuale: “Ritorno alle radici. Le piante spontanee per l’alimentazione e la salute” (Aboca Edizioni) curato da Sandro e Maurizio Di Massimo (il primo, biologo-etnobotanico; il secondo, erborista di indirizzo spagirico e ayurvedico) sulla storia e l’utilizzo delle piante officinali, è stato programmato dal 10 al 13 maggio. Come notizia utile e per contribuire alla divulgazione di una sana abitudine alimentare, pubblichiamo a beneficio dei lettori dell’area territoriale la notizia e le date per un’eventuale partecipazione agli incontri per come di seguito indicato: Lamezia Terme il 10; Polistena e Reggio Calabria l’11; Catanzaro il 12; Vibo Valentia il 13.
Si tratta di un imperdibile e sorprendente “focus” da parte di due esperti di botanica ed erboristeria, e anche di risorse e peculiarità della regione bruzia (che com’è noto, la Calabria vanta una grande quantità di piante a chilometro zero): in primis la liquirizia, introdotta dai monaci benedettini già intorno all’anno Mille; ma pure il bergamotto, sua esclusiva assoluta; e tante altre, come l’asparago selvatico, la borragine, il finocchio selvatico, la malva selvatica (quest’ultima ritenuta dai pitagorici una pianta sacra). Uno stimolo al riuso di piante di lunga tradizione, quale fondamentale risorsa nutrizionale nella salvaguardia della salute. Un necessario e contestuale “ritorno” ai saperi e ai sapori tradizionali, con le erbe non solo nutrimento, ma centro di miti, simbologie e rituali, oltre che fonti inesauribili di principi attivi e benefici.
Di questo interessante, quanto suggestivo argomento, si parlerà con i due autori. Il libro verrà presentato in regione con una serrata tournée coordinata dal giornalista Roberto Messina, affiancato dalla collega Antonella di Tommaso nel moderare le varie presentazioni che hanno il seguente calendario:


Lamezia Terme – martedì 10 maggio 
ore 11.00 Istituto “L. Einaudi”, via Leonardo da Vinci
ore 18.30 Libreria “Tavella”, via Crati 15/17

Polistena \ Reggio Calabria – mercoledì 11 maggio
ore 10.30 Istituto “Renda” di Polistena, via Vescovo Morabito
ore 18.00 “Officine Miramare” Reggio C., via Fata Morgana 1

Catanzaro – giovedì 12 maggio 
ore 11.00 Istituto Agrario “V. Emanuele II”, via G. Cortese 1
ore 17.30 Biblioteca “De Nobili”, Villa Trieste

Vibo Valentia – venerdì 13 maggio

ore 10.30 Liceo Scientifico “G. Berto”, Via Bitonto
ore 17.30 Sistema Bibliotecario Vibonese, via Ruggiero il Normanno

Copertina Ritorno alle radici ritaglioNumerosi gli usi tradizionali delle erbe che si evincono dalla lettura del testo e le tante “curiosità”. Rispetto ai numeri, basta considerare che su circa 300.000 piante, solo una percentuale tra lo 0,5 e il 10% è stata finora accuratamente studiata, e quindi tante “scoperte” sono ancora possibili… Oltre agli aneddoti storici, il libro offre poi un aiuto concreto e preziosi suggerimenti pratici su come utilizzare e rendere più salutare, originale e vivace, la cucina, grazie a piante dai nomi arcani, ma conosciutissime fin dalla notte dei tempi: come le radici di crespigno, i fusti più teneri dello scolimo, le foglioline della portulaca.
I cibi di origine vegetale hanno spesso rappresentato l’unica alternativa capace di assicurare il minimo necessario alla sopravvivenza.Alcune piante selvatiche come il Timo, l’Origano, la Menta, il Ginepro comune presentano proprietà stomachiche e digestive. Altre, come il Tarassaco, la Bardana, il Carciofo, il Rosmarino, la Lattuga selvatica, l’Ortica, la Parietaria si contraddistinguono per le loro virtù disintossicanti, depurative, toniche e rigeneranti. Molte erbe di campo, tra cui la Cardogna, il Caccialepre, la Radicchiella contengono poi principi amari che svolgono un’azione aperitiva, digestiva, stimolante della cistifellea favorendo produzione e deflusso della bile. Senza dimenticare, infine, piante e frutti selvatici ricchi di sostanze antiossidanti, capaci di contrastare gli effetti negativi dei radicali liberi come Aglio, Aspraggine, Crespigno, Giuncolina, Prugnolo, tra le specie spontanee contenenti sostanze ad azione antiossidante.

Tutti i partecipanti riceveranno un kit in omaggio con alcuni campioni di prodotti Aboca.

 

di: La redazione

La redazione
La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: [email protected] - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

Il dramma in musica di Maria Pia Di Salvo a Davoli Marina per la Domenica delle Palme

di A. Cosentini – Domenica delle Palme, a partire dalle 19:30, Davoli Marina ospiterà un ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *