Ultime Notizie
Home » COMUNI »  Soveria Mannelli » Codice rosso per l’Ospedale del Reventino: a rischio i servizi per via dei pensionamenti

Codice rosso per l’Ospedale del Reventino: a rischio i servizi per via dei pensionamenti

A firma del presidente Antonio Maida, ci giunge in redazione un comunicato stampa, da parte del Comitato Pro Ospedale del Reventino, che annuncia un incontro pubblico di fondamentale importanza per il futuro della sanità nella nostra area montana:

<< Venerdì 11 maggio alle 18:00, presso la Casa delle culture, in piazza Bonini a Soveria Mannelli, l’ospedale sarà ancor una volta il tema che il Comitato Pro Ospedale del Reventino proverà a scandagliare fino a sviscerarne i paradossi di cui oramai è costantemente investito.

Un appuntamento, questa volta, non procrastinabile, poiché sono in atto imminenti criticità nella struttura, tali da poterne fermare la normale prosecuzione.

Su tutto i pensionamenti in atto, diciotto in tutto, molti dei quali lascerebbero il nervo scoperto soprattutto in chirurgia, medicina e laboratorio analisi, oltre che il pronto soccorso. Eppure si parla del minimo sindacale, dove non vengono osservate nemmeno le linee guida dei DCA commissariali, peraltro sostenuti da copertura finanziaria.

Abbiamo al nostro fianco – puntualizza Alessandro Sirianni – l’avv. Giuseppe D’Ippolito, neo deputato, del M5S, che sta sposando la questione della sanità in tutto il lametino, che mai prima di oggi si è stretto nel sostegno delle ragioni dei territori che lo compongono.

Abbiamo invitato tutti i sindaci del comprensorio – precisa il presidente Antonio Maida – ad essere presenti, e chi non avesse ricevuto l’invito lo consideri avvenuto da queste pagine.

Presenti il sindaco della città, Leonardo Sirianni, le massime autorità sanitarie aziendali: il Direttore Generale, Giusepe Perri e il Direttore Sanitario del Presidio Unico, Antonio Gallucci.

Questo a completare il tavolo dei relatori, ma siamo certi che la platea sarà molto nutrita, non solo da cittadini, ma da operatori sanitari, imprenditori, associazioni, commercianti e rappresentanti istituzionali.

Il problema, qui nel Reventino lo conoscono tutti ormai e tutti se ne stanno facendo carico, perché consapevoli che non si può lasciare sfuggire l’ultimo presidio di garanzia che lo stato ha lasciato seppure a brandelli.

Gli altri, dall’ufficio del giudice di pace, all’ufficio di collocamento, all’agenzia delle entrate, alla comunità montana sono stati cancellati dalla notte alla mattina.

Ma per l’ospedale non sarà così facile, seppure siamo arrivati in un ipotetico codice rosso, un segnale d’allarme che solo nei social network del Comitato ha raccolto l’interesse con oltre 20.000 visualizzazioni. >>

di: La redazione

La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: [email protected]reventino.it - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

Veglione e serate dance, tre realtà locali si uniscono per proporre una serie di eventi

Importanti eventi sono previsti per le festività natalizie organizzate da tre diverse realtà della zona: ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *