Ultime Notizie
Home » COMUNI »  Soveria Mannelli » Comitato Pro Ospedale del Reventino: il diritto di far sentire la propria voce

Comitato Pro Ospedale del Reventino: il diritto di far sentire la propria voce

logo pro ospedale reventinoSoveria Mannelli – Il diritto dei cittadini di incontrare le istituzioni è ineludibile e sancito dal buon senso oltre che dalla Costituzione. Inoltre, proprio dalla capacità di ascolto di chi detiene le leve del comando, possono nascere idee nuove e modalità innovative di affrontare problemi che sembravano di difficile soluzione. Per questi motivi, ci auguriamo che al Comitato Pro Ospedale del Reventino venga accordato l’incontro ufficialmente richiesto al commissario dell’Asp Giuseppe Perri, attraverso un comunicato stampa a firma del proprio presidente Antonello Maida. Ecco di seguito il testo integrale del comunicato stampa:

<<  Il Comitato chiede al commissario dell’Asp, Giuseppe Perri, di essere ricevuto presso gli uffici dell’azienda per discutere delle precarietà che presto potrebbero interessare la struttura montana in merito alla sostituzione del personale medico sia per quanto riguarda i periodi di ferie sia per quanto riguarda i futuri pensionamenti che presto sopraggiungeranno. Un incontro non prorogabile che metterebbe al corrente il comitato su come l’azienda intende sopperire a tali criticità. Il solo turn over non potrà essere una spada di Damocle che deve essere vissuta passivamente, mentre siamo convinti che gli spazi gestionali propri del commissario potrebbero trovare soluzioni condivisibili. Resta inteso che il Comitato al proposito ha in atto un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica che poi sarà girato di competenza al Tar onde capire se questo potrà essere una soluzione per come recentemente intimato dal Consiglio di Stato in ricorsi analoghi negli ospedali di Trebisacce e Praia a mare. L’incontro potrebbe aprire altri temi, non ultimo venire a conoscenza delle proposte avanzate dalla locale amministrazione comunale che in sinergia con l’azienda intendono proporre al commissario Scura una progettualità sostenibile per la struttura di Soveria Mannelli molto vicina per dinamiche a quelle avanzate dal nostro comitato anche in sede di ricorso. Si chiede inoltre al commissario di volersi recare presso la struttura di Soveria per prendere atto della situazione generale e incontrare il comitato scientifico che all’uopo ha costruito anch’esso un documento sulla struttura. Questo comitato, fa presente che in passato ha formulato analoghe richieste ai suoi predecessori, non ultimi, Maione, Morabito, Di Tommaso e Mancuso i quali hanno ricevuto negli uffici aziendali più volte il comitato, ritenendo opportuno dialogare sui problemi dell’ospedale e riconoscendo a questo comitato una debita rappresentanza. Rappresentanza fortemente legittimata il 4 maggio scorso quando in una pubblica manifestazione ha radunato oltre 2500 cittadini nello spiazzo della struttura oltre che essere supportata da oltre cinquemila firmatari che ci delegano nella loro rappresentanza.  >>

di: Raffaele Cardamone

Raffaele Cardamone è nato a Soveria Mannelli, dove vive da sempre, lavorando prevalentemente nella città di Catanzaro. Da giovanissimo ha realizzato per l’emittente radiofonica “Radio Soveria Uno” dei programmi di nicchia, tra i quali si ricordano ancora “Radio on” e soprattutto “Rock in motion”, oltre a una serie di trasmissioni sportive sulla squadra di calcio locale. Nonostante il legame particolare con il suo luogo d’origine, ha avuto l’opportunità di viaggiare molto in Italia e in Europa prima per motivi di studio e poi di lavoro. Ha la qualifica di “Tecnologo della comunicazione formativa”, acquisita al termine di un corso biennale di formazione professionale sulle applicazioni delle tecnologie informatiche e audiovisive (che cominciavano a fondersi in quelle multimediali) in ambito formativo, e quella di “Coordinatore di attività di progettazione formativa”, acquisita sul campo, lavorando per oltre dieci anni nell’équipe di Coordinamento didattico dell’Enaip Calabria (l’Ente di formazione professionale delle ACLI). Il suo lavoro si svolge nel settore della formazione professionale, con frequenti e numerose deviazioni in quello della comunicazione (editoria specializzata, multimedialità e internet). Da qualche tempo, alcune sue opere letterarie sono presenti sulla piattaforma digitale di self publishing "ilmiolibro.it".

Verifica altro

Decollatura, il gruppo Passaggiari Avanti anima il borgo nel rispetto delle tradizioni

Un’iniziativa portata avanti da anni e che ha conquistato i visitatori per qualità e capacità ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *