Ultime Notizie
Home » FATTI » Grazie all’ANPI del Reventino c’è un 25 Aprile di Liberazione anche dal disinteresse che ha segnato l’ultimo decennio

Grazie all’ANPI del Reventino c’è un 25 Aprile di Liberazione anche dal disinteresse che ha segnato l’ultimo decennio

C’è qualcosa di diverso nell’aria in questa fatidica ultima decade di aprile. Qualcosa che sta creando i presupposti perché il prossimo 25 Aprile sia più e meglio vissuto rispetto a quelli degli ultimi anni – vogliamo dire almeno dell’ultimo decennio? – Non sbagliamo!

Ma se la memoria storica è importante – e lo è! – dobbiamo partire dal recuperare quella più recente e dire a chiare lettere che il premier italiano (che io preferisco chiamare sempre – e solo – Presidente del Consiglio dei Ministri) che più di ogni altro è riuscito, recentemente e scientemente, a depotenziare e quasi delegittimare la festa del 25 Aprile ha un nome e un cognome ed è Silvio Berlusconi.  

Ricordiamo una sua affermazione tristemente celebre: “I tempi sono maturi perché la festa della Liberazione possa diventare la festa della Libertà (NDR: guarda caso di lì a poco trasformerà Forza Italia nel Popolo della Libertà), e possa togliere a questa ricorrenza il carattere di contrapposizione che ancora divide piuttosto che unire.”

Nulla di più sbagliato! Il 25 Aprile è nato proprio per dividere: per distinguere gli antifascisti dai fascisti (quelli veri e non solo a parole), almeno fino a quando ce ne sarà ancora uno in Italia o in tutto il mondo. E mi pare proprio che i fascisti e i fascismi, più o meno mascherati da democrazie, al momento non manchino!

Detto ciò, in questi giorni che precedono il 25 aprile 2017, si percepiscono segni che fanno sperare in uno di quei ricorsi storici tanto cari a Giambattista Vico, storico e filosofo meridionale che visse a cavallo tra il Seicento e il Settecento. Un ritorno alla politica vera, intesa nel suo senso più nobile, quello proprio della polis greca: riassumibile nell’arte di essere cittadino.

Ad esempio, c’è il bel libro di Francesco Lo Giudice, “Il futuro dell’Italia si gioca a Sud”, che auspica e pone le basi per un ritorno all’impegno sociale, ai partiti di massa e alla partecipazione politica.

E c’è il laboratorio di cittadinanza attiva “Agorà”, che il Circolo Acli “Città del Vento” di Catanzaro sta portando nelle scuole superiori – per il momento – del capoluogo, per ridestare l’interesse per la politica attiva nei più giovani.

Ma dopo questa fin troppo lunga e spero non inutile premessa, veniamo alla nostra area del Reventino, che mai come quest’anno vede un Programma così ricco e interessante per celebrare il 25 Aprile e riflettere su di esso anche come atto fondante del nostro Stato democratico e della nostra Costituzione, che peraltro i cittadini hanno dimostrato di amare e saper difendere in più di un’occasione.

Per questo nuovo modo d’intendere il 25 Aprile, che vuole riappropriarsi dei valori reali della Liberazione e della Costituzione nata dalla Resistenza e ancora – purtroppo – parzialmente inattuata, dobbiamo ringraziare la Sezione Intercomunale del Reventino e il Comitato Provinciale dell’A.N.P.I. (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) e chi ha voluto offrirgli la propria collaborazione: i Comuni di Carlopoli, Decollatura e Soveria Mannelli, l’IC Rodari di Soveria Mannelli, l’IC di Serrastretta e l’Associazione Rivìentu.

Nei giorni immediatamente precedenti e fino al 25 aprile, ci saranno quindi una serie di eventi nelle scuole e nei Comuni  di Soveria, Carlopoli e Decollatura.

In quest’occasione, ci auguriamo che il sentimento che si sta diffondendo nell’aria non si disperda, ma possa diventare il nucleo di una rinascita e dell’affermarsi di una nuova politica che si preoccupi davvero di mettere in atto i valori che sono così chiaramente declinati nei dodici principi fondamentali della nostra Costituzione.

di Raffaele Cardamone

Questo, il Programma dettagliato delle manifestazioni dell’ANPI:

20 aprile – ore 14.00/16.30: Scuola Secondaria di primo grado di Decollatura / Il ruolo dei partigiani nell’Assemblea Costituente.

21 aprile – ore 9.00/12.00: Scuole di Soveria Mannelli e Carlopoli / Aspettando il 25 aprile – Presentazione dei lavori degli studenti sulla Festa della Liberazione.

Convegno/Dibattito con i cittadini sul tema Attuare la Costituzione nata dalla Resistenza: → 23 aprile – ore 16.30, Comune di Carlopoli – Sala Consiliare; → 24 aprile – ore 16.30, Soveria Mannelli – Centro di Aggregazione Giovanile; → 25 aprile – ore 16.30, Decollatura – Museo della Civiltà Contadina (San Bernardo).

25 aprile – ore 19.30: Decollatura, Aperitivo resistente con i prodotti del GAS del Reventino Intrattenimento musicale a cura di Rosario Fuoco (chitarra, voce e qualcosa da raccontare). Partecipano: i Sindaci dei Comuni di Carlopoli, Decollatura e Soveria Mannelli. Interventi: Corrado Plastino, Angelo Falbo, Franco Butera, Carmine Gigliotti, Giovanni Petronio. Conclusione: Mario Vallone (Presidente ANPI della Provincia di Catanzaro).

Sono invitati a partecipare i partiti-movimenti politici, le associazioni e i cittadini.

Nei giorni indicati sarà allestita una mostra fotografica itinerante, aperta ai visitatori almeno due ore prima dei previsti rispettivi incontri.

Cliccando qui, è possibile scaricare il Programma in versione PDF.

di: Raffaele Cardamone

Raffaele Cardamone è nato a Soveria Mannelli, dove vive da sempre, lavorando prevalentemente nella città di Catanzaro. Da giovanissimo ha realizzato per l’emittente radiofonica “Radio Soveria Uno” dei programmi di nicchia, tra i quali si ricordano ancora “Radio on” e soprattutto “Rock in motion”, oltre a una serie di trasmissioni sportive sulla squadra di calcio locale. Nonostante il legame particolare con il suo luogo d’origine, ha avuto l’opportunità di viaggiare molto in Italia e in Europa prima per motivi di studio e poi di lavoro. Ha la qualifica di “Tecnologo della comunicazione formativa”, acquisita al termine di un corso biennale di formazione professionale sulle applicazioni delle tecnologie informatiche e audiovisive (che cominciavano a fondersi in quelle multimediali) in ambito formativo, e quella di “Coordinatore di attività di progettazione formativa”, acquisita sul campo, lavorando per oltre dieci anni nell’équipe di Coordinamento didattico dell’Enaip Calabria (l’Ente di formazione professionale delle ACLI). Il suo lavoro si svolge nel settore della formazione professionale, con frequenti e numerose deviazioni in quello della comunicazione (editoria specializzata, multimedialità e internet). Da qualche tempo, alcune sue opere letterarie sono presenti sulla piattaforma digitale di self publishing "ilmiolibro.it".

Verifica altro

Protezione Civile, Ospedale, Tributi e altre notizie dal Comune di Soveria Mannelli

Dalle sede comunale si informano i cittadini che il sindaco Leonardo Sirianni ha costituito il ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *