Ultime Notizie
Home » COMUNI » Intitolazione del Santuario di Conflenti a Basilica Pontificia Minore: il Cardinale Sarah ringrazia don Adamo Castagnaro

Intitolazione del Santuario di Conflenti a Basilica Pontificia Minore: il Cardinale Sarah ringrazia don Adamo Castagnaro

di Emilio D’Assisi (Consigliere di minoranza – Comune di Conflenti) –

Don Adamo (in basso a destra) con il Vescovo Cantafora

“Di tutto cuore desidero porgere a lei e alla comunità di Conflenti tutto il mio ringraziamento per la calorosa accoglienza. Mi sono sentito davvero a casa. La ringrazio per la bella celebrazione ben curata in ogni sua parte e che ha aiutato tutti a vivere in maniera dignitosa la sacra liturgia”. Sono alcune considerazioni del Cardinale Robert Sarah, prefetto della congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti, che il 21 ottobre scorso ha proclamato Basilica pontificia minore il santuario della Madonna della Quercia di Conflenti.

L’alto prelato ha inviato un messaggio di saluto al rettore della basilica, don Adamo Castagnaro, per ringraziarlo dell’accoglienza ricevuta durante la sua permanenza nel centro montano del Reventino. “Porto vivo nel cuore – scrive il cardinale nel suo messaggio – il felice e commosso ricordo della mia visita al santuario di Maria Santissima della Quercia in occasione della solenne concelebrazione eucaristica per la proclamazione della nuova Basilica pontificia minore”.

Il porporato sottolinea: “Sono certo che il santuario sapràcontinuare ad essere un luogo dove si vive in maniera esemplare la fede e siesalti sempre più la sacralità della liturgia – prosegue il cardinale nel suomessaggio diretto a don Adamo – Ribadendo la mia profonda e commossagratitudine, sono certo che la Vergine Santissima ci porterà sempre sotto ilsuo manto”. 

Il consigliere di minoranza, Emilio D’Assisi, accoglie con soddisfazione il ringraziamento del Cardinale Sarah poiché nella cerimonia del 21 ottobre scorso don Adamo Castagnaro non era stato citato dal sindaco di Conflenti nel suo indirizzo di saluto. Così come il nome di don Adamo non compare nella lapide posta all’ingresso del paese a ricordo della storica visita dell’alto prelato e dell’elevazione del santuario a basilica. D’Assisi chiede che la lapide in questione venga rifatta e che venga aggiunto il nome di don Adamo Castagnaro. Lo storico parroco, da quasi mezzo secolo, vive il suo ministero sacerdotale al servizio della comunità conflentese con grande umiltà e dedizione.

di: La redazione

La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: [email protected] - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

Centro di aggregazione giovanile “Danuts” aperto a San Mango d’Aquino

A San Mango d’Aquino è stato inaugurato il Centro di aggregazione giovanile “Danuts”. Si tratta ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *