Ultime Notizie
Home » Rubrica-BUON CIBO » Lo chef che non ti aspetti: a Camigliatello Silano c’è Andrea Golino

Lo chef che non ti aspetti: a Camigliatello Silano c’è Andrea Golino

Tutto pronto per la seconda edizione del “Lo chef che non ti aspetti”, edizione 2018, in cui sarà protagonista lo chef Andrea Golino del Gambero Rosso Channel.

Saranno due giorni dedicati alla Finger Cousine, con una serie di piatti realizzati dallo chef Golino in collaborazione con il VeganChef Piero Cantore del settimanale DiTutto.

Abbiamo intervistato lo chef Golino che ci ha illustrato l’evento che si terrà in Sila a Camigliatello Silano, con inizio il venerdì 7 settembre con il corso di cucina.

Domanda) Chef su quale argomento verterà il corso di cucina?

Risposta) Sugli  aperitivi. Replicabili  a  casa  come  al ristorante,  per  fare  bella  figura con i clienti o gli amici, senza sudare troppo, ma impegnandosi quel tanto che basta per emozionarsi. Il segreto è usare ingredienti stagionali ed essere curiosi. Certo un   po’ di pazienza è necessaria. Non  credo ai piatti realizzabili  in  10  minuti. Ma in 15 già qualcosa di dignitoso è possibile crearlo!

Domanda) Chef, ci può parlare un po’ dei piatti che preparerà la sera dell’8 settembre?
Risposta) L’idea nasce da un gemellaggio tra diverse regioni italiana con la Calabria naturalmente. Un connubio di materie prime eccezionali, condite da un pizzico di fantasia del sottoscritto, ovviamente in formato finger. Siamo  nel  paese con la migliore tradizione gastronomica al mondo. Mi sono divertito moltissimo a rielaborare questa ricchezza, declinandola con spunti calabresi di alto rango.

Domanda) Nel menù ha creato dei piatti Finger Food con i prodotti Silani?
Risposta) Certo!!! In omaggio alla mia origine romana ho rielaborato dei classici: l’amatri-silana,  un  mini  panino  al  sesamo  con sugo all’amatriciana,  fatto però con salumi e formaggi rigorosamente di aziende Made in Sila. Oppure il baccalà fritto, tipico piatto romano unito però a una rivisitazione di Pipi e patate della Sila IGP: che diventano chips con un ketchup di peperoni rossi. Un Fish & Chips romano-silano! Abbiamo elaborato con Piero Cantore un menù con tante contaminazioni locali, è stato uno scambio di idee e culture gastronomiche, usando prodotti particolari Made in Calabria. 

Domanda) Chef, quante portate saranno e con quali vini saranno abbinate?

Risposta) Saranno 12 portate di Finger Cousine e 3 portate di Finger Dessert. Il finger sarà abbinato ai vini delle Tenute Paese di Donnici. Invece i dessert saranno abbinati con i due vini passiti: bianco greco e rosso magliocco delle cantina Spadafora.

Allora chef, appuntamento con lei e il VeganChef Piero Cantore per l’8 settembre a Camigliatello Silano.

di: La redazione

La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: redazione@ilreventino.it - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

Ottobre in festa continua a Camigliatello Silano

Un altro fine settimana di sole, colori, odori e suoni silani e calabresi, un’altra domenica ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *