Ultime Notizie
Home » FATTI » Malattia vescicolare dei suini: la Calabria viene riconosciuta territorio indenne

Malattia vescicolare dei suini: la Calabria viene riconosciuta territorio indenne

La notizia dell’identificazione che il territorio regionale è indenne dalla malattia che colpisce i suini è un risultato che costituisce il riconoscimento di qualità ed implica un effetto positivo alla produzione effettuata in Calabria, il cui valore ammonta già a milioni di euro e che quindi potrebbe crescere per il fatto che consente le movimentazioni di suini al di fuori del territorio regionale.

Un risultato che si riflette sull’intero settore dell’allevamento dei suini e che genera effetti su tutto il comparto agricolo regionale e anche sull’industria di lavorazione e commercializzazione dei salumi.

Come comunicato con una nota, pervenuta in redazione, viene data notizia che a seguito ad un’intensa attività di controllo sugli allevamenti suini, effettuata dai Servizi Veterinari dell’Aziende Sanitarie Provinciali della Regione Calabria, coordinati dalla Task Force Commissariale di Sanità Pubblica Veterinaria, con il supporto del Ministero della Salute, il Comitato veterinario permanente (Standing Commette for pants, animals, food and feed) della Commissione Europea ha approvato, nell’ultima riunione della sezione Salute e benessere animale, la decisione di esecuzione che riconosce lo stato di regione indenne da Malattia Vescicolare del Suino (MVS) per la Calabria.

In virtù di questo riconoscimento, tutto il territorio italiano è ora completamente indenne da Malattia Vescicolare Suina. Il comitato veterinario permanente ha espresso parere positivo, dopo avere valutato il dossier presentato dalla Task Force Commissariale al Ministero della Salute.

Questo importante risultato e riconoscimento, raggiunto con non poche difficoltà, consentirà le movimentazioni di suini al di fuori del territorio regionale.

Il riconoscimento comunitario è un requisito fondamentale ai fini dell’export dei prodotti locali a base di carne suina verso Paesi Terzi, con conseguente potenziale aumento delle nostre produzioni locali.

La Task Force Commissariale, nel ritenersi soddisfatta dell’intenso lavoro svolto in questi anni, ringrazia la Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari del Ministero della Salute, il Centro di Referenza Nazionale per la Malattia Vescicolare del Suino presso l’Istituto Zooprofilattico della Lombardia e dell’Emilia Romagna e tutti i colleghi dei Servizi Veterinari delle Aziende Sanitarie Provinciali della Regione Calabria.

Tutte le associazioni di categoria calabresi (Confagricoltura, Associazione Regionale Allevatori, Cia ed altri) hanno creduto nella sfida, collaborando con la Task Force affinché si potesse arrivare al risultato conseguito. L’intensa attività è stata svolta anche con il supporto del nucleo carabiniere dei NAS a cui va un particolare ringraziamento per il controllo su alcuni territori particolarmente critici.

di: La redazione

La redazione
La redazione si occupa di elaborare i testi e provvedere alla pubblicazione delle note pervenute. Per segnalazioni e comuncazioni scrivere a: [email protected] - Grazie - Se non intendi stare con le mani in mano ed essere parte attiva, per integrare il gruppo di redazione, ti invitiamo a partecipare.

Verifica altro

D’Ippolito (M5S), incontro con commissario Cotticelli per rilancio ospedali di Lamezia e del Reventino

«Il commissario alla Sanità calabrese, Saverio Cotticelli, ha preso l’impegno di promuovere il rilancio degli ...

Lascia un commento