Ultime Notizie
Home » COMUNI »  Soveria Mannelli » Il Mulino delle Arti for the “People” of Reventino

Il Mulino delle Arti for the “People” of Reventino

People“Il Mulino delle Arti” è prima di tutto una scuola di danza ma, come d’altra parte recita il suo nome declinato al plurale, è anche un luogo in cui è possibile esprimersi appunto attraverso una molteplicità di forme d’arte.

Anche il suo motto è indirizzato a non fare particolari e inutili distinzioni tra i diversi modi di esprimersi artisticamente, fermo restando il valore dell’unicità e dell’interpretazione personale:

<<  Qualunque arte tu scelga di intraprendere, quello che realizzerai sarà tutta farina del tuo sacco.  >>

Quest’anno “Il Mulino delle Arti” ha deciso di sorprendere un po’ tutti con un saggio di danza, a sancire la fine dell’anno “accademico” appena trascorso, che vuole essere interlocutorio e coinvolgente fin dal titolo: “People”, inteso come gente e quindi come tutti noi che saremo sotto un palco a guardare, accomunati a coloro che invece saranno i protagonisti dello spettacolo: nei rispettivi ruoli di maestri e allievi.

People 02Sullo spettacolo è stato fatto trapelare ben poco. Solo questa breve e sibillina frase di presentazione:

<<  Quello che in genere otteniamo al Mulino delle Arti, ovvero una forma d’arte, è il frutto di un grande lavoro che è la collaborazione, l’interazione di persone con persone, di uomini con uomini, di gente con gente.  >>

Dovrà essere una sorpresa, dunque, e non dubitiamo che lo sarà per tutti quelli che vorranno essere gente, “people”, e ritrovarsi domenica 19 giugno, alle ore 19:00, in piazza Bonini a Soveria Mannelli, per rinnovare l’affetto e l’ammirazione che bisogna avere per coloro che fanno arte, per se stessi e per gli altri, e per chi ne fa una propria ragione di vita e di speranza.

di: Raffaele Cardamone

Raffaele Cardamone è nato a Soveria Mannelli, dove vive da sempre, lavorando prevalentemente nella città di Catanzaro. Da giovanissimo ha realizzato per l’emittente radiofonica “Radio Soveria Uno” dei programmi di nicchia, tra i quali si ricordano ancora “Radio on” e soprattutto “Rock in motion”, oltre a una serie di trasmissioni sportive sulla squadra di calcio locale. Nonostante il legame particolare con il suo luogo d’origine, ha avuto l’opportunità di viaggiare molto in Italia e in Europa prima per motivi di studio e poi di lavoro. Ha la qualifica di “Tecnologo della comunicazione formativa”, acquisita al termine di un corso biennale di formazione professionale sulle applicazioni delle tecnologie informatiche e audiovisive (che cominciavano a fondersi in quelle multimediali) in ambito formativo, e quella di “Coordinatore di attività di progettazione formativa”, acquisita sul campo, lavorando per oltre dieci anni nell’équipe di Coordinamento didattico dell’Enaip Calabria (l’Ente di formazione professionale delle ACLI). Il suo lavoro si svolge nel settore della formazione professionale, con frequenti e numerose deviazioni in quello della comunicazione (editoria specializzata, multimedialità e internet). Da qualche tempo, alcune sue opere letterarie sono presenti sulla piattaforma digitale di self publishing "ilmiolibro.it".

Verifica altro

Associazione Sud Italia Trapiantati, traguardo dei 25 anni fondazione e iniziativa solidale

Il Galà ASIT si compone di un percorso raffinato – ideato e offerto dal noto ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *