Ultime Notizie
Home » COMUNI »  Soveria Mannelli » Dopo il New York Times, anche Esperia TV parla del “modello Soveria” con Florindo Rubbettino

Dopo il New York Times, anche Esperia TV parla del “modello Soveria” con Florindo Rubbettino

Nella trasmissione “Piazza Esperia”, condotta da Salvatore Audia sulla televisione regionale Esperia TV, si è parlato ancora di Soveria Mannelli, sempre sulla scorta degli echi che ha inevitabilmente lasciato l’articolo apparso sul New York Times, in cui si racconta la storia recente della cittadina del Reventino e di come questa sia riuscita, grazie alle intuizioni del sindaco di allora Mario Caligiuri, a cogliere appieno – e per tempo – le potenzialità offerte dall’internet e dal rapido sopraggiungere dell’era digitale, valorizzando quanto di buono già c’era nel proprio tessuto sociale ed economico.

Il conduttore di “Piazza Esperia” ha voluto raccontare, in un bel servizio intitolato appunto “Modello Soveria”, come un piccolo centro di un’area interna calabrese sia potuto diventare un punto di riferimento per la cultura, anche grazie alla presenza di una delle case editrici più importanti e più brillanti del panorama nazionale: la Rubbettino Editore.

Nel corso della trasmissione è stato quindi intervistato al telefono il consigliere comunale ed editore Florindo Rubbettino, che ha affermato, tra l’altro:

<< Fa piacere scoprire che il New York Times si è accorto di noi, di una Soveria Mannelli che è stata sempre una città aperta al mondo, senza complessi di inferiorità. Certo, è un bel segnale fare impresa culturale in un luogo così periferico della Calabria, ma a Soveria Mannelli c’è una cultura del lavoro importantissima e in alcuni casi ultracentenaria (con la Camillo Sirianni e il Lanificio Leo). E’ una comunità abituata a lavorare, a fare da sé, senza reclamare aiuti esterni. La parabola di Soveria Mannelli significa che non tutto è perduto per la Calabria e che c’è ancora tanto su cui lavorare e da cui ripartire. >>

Per chi volesse approfondire l’argomento, vedendo l’inizio della trasmissione e per intero l’intervista telefonica a Florindo Rubbettino, non rimane che accedere al seguente link (sul sito ufficiale del Comune di Soveria Mannelli):

http://www.soveria.it/?p=3919

di: Raffaele Cardamone

Avatar
Raffaele Cardamone è nato a Soveria Mannelli, dove vive da sempre, lavorando prevalentemente nella città di Catanzaro. Da giovanissimo ha realizzato per l’emittente radiofonica “Radio Soveria Uno” dei programmi di nicchia, tra i quali si ricordano ancora “Radio on” e soprattutto “Rock in motion”, oltre a una serie di trasmissioni sportive sulla squadra di calcio locale. Nonostante il legame particolare con il suo luogo d’origine, ha avuto l’opportunità di viaggiare molto in Italia e in Europa prima per motivi di studio e poi di lavoro. Ha la qualifica di “Tecnologo della comunicazione formativa”, acquisita al termine di un corso biennale di formazione professionale sulle applicazioni delle tecnologie informatiche e audiovisive (che cominciavano a fondersi in quelle multimediali) in ambito formativo, e quella di “Coordinatore di attività di progettazione formativa”, acquisita sul campo, lavorando per oltre dieci anni nell’équipe di Coordinamento didattico dell’Enaip Calabria (l’Ente di formazione professionale delle ACLI). Il suo lavoro si svolge nel settore della formazione professionale, con frequenti e numerose deviazioni in quello della comunicazione (editoria specializzata, multimedialità e internet). Da qualche tempo, alcune sue opere letterarie sono presenti sulla piattaforma digitale di self publishing "ilmiolibro.it".

Verifica altro

Istituto comprensivo Bianchi-Scigliano presentato il progetto “Il diritto di contare”

Bianchi – Promosso dall’Istituto comprensivo Bianchi-Scigliano, in occasione dell’8 marzo per la Giornata internazionale della ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *