Ultime Notizie
Home » COMUNI »  Soveria Mannelli » Parte il 21 settembre lo Sciabaca Festival 2018, con la celebrazione dei 10 anni di “Anime nere”: il programma completo

Parte il 21 settembre lo Sciabaca Festival 2018, con la celebrazione dei 10 anni di “Anime nere”: il programma completo

Molti anni fa una serie di eventi imponderabili ha voluto che in un piccolo comune ai piedi del Reventino nascesse una casa editrice destinata a diventare una delle più importanti a livello nazionale: la Rubbettino.

Ed è proprio questo “imponderabile” che consente oggi ai cittadini di Soveria Mannelli, e di tutta la Calabria, di usufruire ancora per una volta della possibilità di vivere una “tre giorni culturale” paragonabile a quelle che si possono vedere nelle maggiori capitali europee.

Dal 21 al 23 settembre, infatti, avrà luogo la terza edizione di “Sciabaca Festival – viaggi e culture mediterranee”; la prima era stata realizzata a Pizzo Calabro, con evidenti vantaggi in fatto di numerosità delle presenze, ma il richiamo del suo territorio, già dallo scorso anno, ha evidentemente convinto la casa editrice che è ancora qui che occorre lavorare e portare occasioni di arricchimento culturale.

Ricordiamo che lo Sciabaca Festival prende il suo nome dalla rete da pesca utilizzata nei sud del Mediterraneo e vuole – imitandola – riprodurre una “fitta trama di esperienze e culture, idee e scambi che qui e da qui, centro del Mediterraneo, convergono e si diramano”.

Si tratta di un’esperienza davvero imperdibile, per chi ama la cultura e la Calabria, che così è esaustivamente descritta dai suoi ideatori e curatori: “Un viaggio di tre giorni nell’arte e nella letteratura, nella natura e nella scienza, attraverso immagini, musica e parole; un luogo e un tempo di incontri, ascolto e partecipazione con protagonisti della cultura e custodi della memoria”.

Il programma completo della manifestazione è riportato in coda, mentre qui ci limiteremo a centrare l’attenzione, per iniziare, su uno degli eventi clou della prima giornata, quella del 21 settembre: la celebrazione del decennale di “Anime nere”, il libro di Gioacchino Criaco (Rubbettino, 2008) che è diventato un caso editoriale, in primis, rilanciando e perfino facendo riscoprire l’esistenza di una letteratura calabrese, e poi il bel film di Francesco Munzi del 2014, girato in prevalenza a Casalnuovo d’Africo, in Calabria.

Presso l’Officina della cultura e della creatività ci sarà quindi l’incontro dal titolo “Dall’Aspromonte al mondo, andata e ritorno. Letteratura e cinema a dieci anni da Anime nere”, con la partecipazione dell’autore del romanzo, e coautore della sceneggiatura del film, Gioacchino Criaco, del regista e sceneggiatore Mimmo Calopresti e della giornalista Maria Teresa D’Agostino.

E Criaco ha voluto commentare nell’occasione: «Il cammino di Anime nere è stato quello che solo i sogni possono permettere. Il destino non è frutto del caso, la sua strada la segnano le azioni responsabili. Il caso non ci ha regalato nulla. Ha mutato la mia vita, e cambiato il destino letterario di molti autori calabresi. C’era buona letteratura calabrese prima di Anime Nere, ma Anime Nere ha aperto per tutti spazi prima solo sognati. E Anime Nere, il film, ha fatto diventare la Calabria terra di cinema, e anche se pochi ce lo riconosceranno, abbiamo fatto tanto, più per gli altri che per noi stessi. “Camminavamo veloci”, era l’incipit di Anime Nere, che era ed è un auspicio per noi e per gli altri».

“Camminare veloci”, come suggerisce Gioacchino Criaco, e intrecciare relazioni positive che ricordano le trame di una rete da pesca tutta mediterranea, come sembra volerci dire la casa editrice Rubbettino con lo Sciabaca Festival: forse è anche da queste cose che può e deve ripartire una Calabria diversa e migliore.

di Raffaele Cardamone

Di seguito, il programma completo di Sciabaca Festival 2018:

→ venerdì 21 settembre

ore 10.30 Officina della Cultura e della Creatività

Il tesoro sepolto

Calabria antica, crocevia del Mediterraneo

con Giovanna De Sensi Sestito

Itinerari archeologici in Calabria

con Fabrizio Mollo

16.30 Tirabusciò

Chicchi di viaggio

Gli studenti incontrano Daniele Rossi

18.00 Casa delle idee

Lectio magistralis Il viaggio delle parole

di Francesco Sabatini

introduce Teresa Goffredo

ore 20.00 – Inaugurazione mostre ex industrie Rubbettino

Designing Grand Tour

Sette designer per sette arazzi

Un viaggio contemporaneo attraverso la Calabria

Crossing Calabrie

Antonio d’Agostino

Ghiaccio mediterraneo

Michele Peronace

21.30 – Officina della Cultura e della Creatività

Dall’Aspromonte al mondo e ritorno. Letteratura e cinema a dieci anni da Anime nere

con Gioacchino Criaco e Mimmo Calopresti, conduce Maria Teresa D’Agostino

Backstage di Vincenzo Caricari e Bernardo Migliaccio Spina

→ sabato 22 settembre

ore 9.30

Pellegrinaggio della memoria

Mini trekking con Francesco Bevilacqua

Partenza da piazza Bonini, percorrendo il tratto di strada ferrata dismesso delle Ferrovie della Calabria, passando per le località Sant’Andrea e Cantarella, arrivo all’arena di San Tommaso.

12.30 – Arena Alberto Sordi (San Tommaso)

Suoni del Reventino

Pranzo al sacco con le musiche dell’Associazione Felici & Conflenti

17.00 – Officina della Cultura e della Creatività

Mediterraneo e filoxenia

con Patrizia Giancotti e Domenico Nunnari

18.30 – Biblioteca Michele Caligiuri

Prima dei barconi. Cronache di geopolitica mediterranea

con Marco Lupis

intervengono Mario Caligiuri e Domenico Romano Carratelli

21.30 – Officina della Cultura e della Creatività

Tredici gol dalla bandierina – reading-spettacolo

con Ettore Castagna e Enzo Colacino

con la partecipazione di Massimo Palanca

23.00 – Tirabusciò

Nimby rock alternative – live concert

→ domenica 23 settembre

ore 10.30 – Lanificio Leo

Designing Grand Tour

con Studiocharlie, Vittorio Cappelli ed Emilio S. Leo

12.30 – La Rosa nel Bicchiere

Il morzello di Nancy Harena

con i Lou Palanca

13.30 – La Rosa nel Bicchiere

Street food mediterraneo

con lo chef Antonio Torchia

pranzo su prenotazione – € 25,00

16.00 – Officina della Cultura e della Creatività

Di fango, di paglia, di pietra. L’architettura popolare calabrese

con Rosario Chimirri

17.30 – Giardini Palazzo Marasco

Dove comincia il cielo

Simonetta Sciandivasci dialoga con Sonia Serazzi

In collaborazione con il Parco Letterario Storico e Paesaggistico di Adami

19.00 – Officina della Cultura e della Creatività

Donne di carattere in Calabria

con Claudio Cavaliere, Bruno Gemelli e Romano Pitaro

21.00 – Santuario Nostra Signora di Fatima

Chiamami solo amore

Pop Theology con Mons. Antonio Staglianò

In collaborazione con la Parrocchia “San Giovanni Battista” di Soveria Mannelli.

→ Sciabaca kids (laboratori)

venerdì 21

ore 18.00 – Libreria L’Isola di Arturo

Il giardino delle meraviglie

Lettura dell’albo illustrato Il giardino delle meraviglie, storie e segreti intorno alle piante del Mediterraneo.

sabato 22

18.00 – Libreria L’Isola di Arturo

La leggenda di Colapesce

Storie e musiche sull’antica leggenda di Colapesce, l’uomo che sorregge la Sicilia con le sue braccia.

domenica 23

10.30 – Libreria L’Isola di Arturo

Colorato come il mare

Laboratorio di gioco e pittura ispirato alle attività descritte da Hervé Tullet nel suo libro La fabbrica dei colori

Su prenotazione

17.30 – Officina della Cultura e della Creatività

La biga alata

Laboratorio di filosofia per bambini con Massimo Iiritano

(età 8/11 anni, numero massimo partecipanti: 15).

N.B. In caso di pioggia gli eventi all’aperto saranno spostati all’Officina della Cultura e della Creatività.

di: Raffaele Cardamone

Raffaele Cardamone è nato a Soveria Mannelli, dove vive da sempre, lavorando prevalentemente nella città di Catanzaro. Da giovanissimo ha realizzato per l’emittente radiofonica “Radio Soveria Uno” dei programmi di nicchia, tra i quali si ricordano ancora “Radio on” e soprattutto “Rock in motion”, oltre a una serie di trasmissioni sportive sulla squadra di calcio locale. Nonostante il legame particolare con il suo luogo d’origine, ha avuto l’opportunità di viaggiare molto in Italia e in Europa prima per motivi di studio e poi di lavoro. Ha la qualifica di “Tecnologo della comunicazione formativa”, acquisita al termine di un corso biennale di formazione professionale sulle applicazioni delle tecnologie informatiche e audiovisive (che cominciavano a fondersi in quelle multimediali) in ambito formativo, e quella di “Coordinatore di attività di progettazione formativa”, acquisita sul campo, lavorando per oltre dieci anni nell’équipe di Coordinamento didattico dell’Enaip Calabria (l’Ente di formazione professionale delle ACLI). Il suo lavoro si svolge nel settore della formazione professionale, con frequenti e numerose deviazioni in quello della comunicazione (editoria specializzata, multimedialità e internet). Da qualche tempo, alcune sue opere letterarie sono presenti sulla piattaforma digitale di self publishing "ilmiolibro.it".

Verifica altro

Soveria Mannelli, nomina vincitore concorso. Il comune assume un istruttore amministrativo

Espletato il concorso al comune di Soveria Mannelli per l’assunzione di un istruttore amministravo. Al ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *